7 consigli per gestire la solitudine in quarantena

7 consigli per gestire la solitudine in quarantena

La solitudine è una condizione molto diffusa tra le persone in questo periodo di pandemia. Essa deriva soprattutto dal fatto che siamo costretti all’isolamento per contrastare la diffusione del Coronavirus.

Sebbene con il passare del tempo le misure restrittive prima o poi si allenteranno, resta il fatto che il nostro modo di vivere le relazioni non sarà più lo stesso.

Gli effetti della solitudine

Gli effetti della solitudine sulla salute sono incredibili poiché gli esseri umani si sono evoluti con l’idea di sicurezza in gruppo e, come conseguenza, percepiamo l’isolamento come uno stato di emergenza.

“In migliaia di anni, il valore delle connessioni sociali è diventato parte integrante del nostro sistema nervoso, tanto che l’assenza di questa forza protettiva crea uno stress al nostro corpo” scrive l’Harvard Business Review. “La solitudine causa stress e lo stress cronico e duraturo porta all’aumento di cortisone, un ormone chiave dello stress. È inoltre collegato ad alti livelli di infiammazioni nel corpo. Questo danneggia i vasi sanguigni e altri tessuti, aumentando il rischio di malattie cardiache, diabete, artrite, depressione, obesità e morte prematura”. Per questo il coronavirus è una doppia minaccia: lo stress deriva sia dalla paura del virus che dalla necessità di isolamento che la sua prevenzione necessita.

Gestire la solitudine in 7 mosse

Se durante questo periodo di isolamento forzato avvertite anche voi un forte senso di solitudine, vi consigliamo di dare uno sguardo a questi sette consigli. Vi permetteranno di gestire la solitudine in modo efficace!

  1.  Strutturare la giornata: è molto importante organizzare le vostre giornate secondo un calendario di azioni dettagliate da compiere. Lasciare il tempo in balia della disorganizzazione rende infatti più facile l’accesso alla noia, alla solitudine ma anche a pensieri negativi. Strutturare la propria giornata rende ciascuno padrone del proprio tempo
  2. Imparare a fare qualcosa di nuovo: il tempo che avete a disposizione potrebbe essere usato in maniera proficua se speso nell’apprendere qualcosa di nuovo. Una ricetta, dei nuovi esercizi di fitness, una lingua ecc. Impiegare la quarantena in questo modo vi darà la sensazione di non aver sprecato questo tempo.
  3. Coltivare affetti e relazioni: essere lontani fisicamente dalle persone che amiamo non vuol dire rinunciarci! Per ridurre il senso di solitudine, utilizziamo la tecnologia per restare in contatto con le persone che amiamo: il telefono e il pc possono essere dei validi alleati della quarantena!
  4. Cura di sé: Il fatto di uscire poco non è una valida motivazione per non curare la propria persona. Sembrerà banale ma è importante occuparsi di sé stessi. E allora via il pigiama! Cambiamoci, laviamoci, pettiniamoci ecc..

E ancora..

  • Gratificatevi: scegliete qualcosa per voi stessi che vi piace e fatela spesso! Non rinunciate alle cose che vi danno soddisfazione personale: ad esempio l’abitudine di spalmarsi una crema profumata, fare yoga o pilates, magari con un corso online ecc.
  • Tornate bambini: posizionate una vostra voto da piccoli sul frigo e date inizio ad un gioco quotidiano in cui si pensa e si agisce tutto come se quella bambina fosse sempre al vostro fianco. Chi è abituato, ad esempio, a stare in pigiama tutta la giornata, sarà costretto ad alzarsi, vestirsi e dare il via ad una serie di attività adatte anche alla bimba/o. È una forma concreta di auto accudimento. Pensare in terza persona aiuta ad imparare la cura di sé.
  • Scrivete: utilizzate questa quarantena per scrivere. Che siano lettere o semplici pensieri da indirizzare a voi stessi o ad altri. È questo un ottimo modo per allontanare pensieri negativi, preoccupazioni e combattere il senso di solitudine.

Il Team di PuntoPsi

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Clicca qui per visualizzare la nostra Privacy Policy

Chiudi