Problemi di insonnia? 4 consigli per affrontarla!

Problemi di insonnia? 4 consigli per affrontarla!

Ti è mai capitato di avere problemi di insonnia? Hai mai trascorso nottate intere a fissare il soffitto o a contare le pecore senza trovare nessun beneficio? Se la tua risposta è sì, questo articolo fa al caso tuo!

L’insonnia è una problematica abbastanza comune tra le persone! Quasi tutti ne fanno esperienza almeno una volta nella vita. C’è chi fatica ad addormentarsi, chi si sveglia nel cuore della notte oppure la mattina molto presto e non riesce a riaddormentarsi. Ma quando preoccuparsi? Se questa sperimenti questa condizione si verifica almeno tre volte alla settimana per alcuni mesi, allora si può dire che quella persona probabilmente soffre di insonnia cronica.

Le cause

E’ importante che tu sappia che l’insonnia è causa di affaticamento durante il giorno poichè riduce al minimo i nostri livelli di energia. Ma non solo! Le persone che soffrono di insonnia possono sperimentare anche difficoltà a prestare attenzione e concentrazione, problemi di memoria e difficoltà a svolgere attività di routine. Ma soprattutto, l’insonnia influenza l’umore al punto che sembra essere un fattore scatenante per la depressione e l’irritabilità.

Se escludiamo le cause organiche, possiamo dire che lo stress è la causa principale dell’insonnia. Quando parliamo di stress ci riferiamo anche a quegli eventi della vita quotidiana che solitamente non siamo abituati a percepire come stressanti poiché fanno parte della nostra routine. Parliamo ad esempio dell’abitudine a lavorare fino a notte fonda o l’andare a letto sempre oltre un certo orario, il non concedersi uno spazio per sé stessi o abitudini alimentari poco consone che prevedono anche un uso eccessivo di bevande alcoliche.

Cosa fare?

Chi soffre di insonnia può fare molto per ridurne le cause e limitarne l’invasività ma, come ogni cosa importante, viene richiesto alla persona che desidera farlo impegno e determinazione.

1.      Riduci l’utilizzo di dispositivi elettronici: qualche ora prima di andare a dormire risulta estremamente utile ridurre l’utilizzo di dispositivi elettronici quali tablet, smartphone ecc. Molte ricerche hanno dimostrato come la luce a breve lunghezza d’onda emanata dai display dei dispositivi elettronici di ultima generazione sopprime fino al 22% la naturale produzione di melatonina, prezioso ormone che regola i cicli del sonno.

2.      Rivedi le tue abitudini: per modificare delle abitudini disfunzionali ci vuole sicuramente del tempo, così come del tempo è necessario per iniziare a vedere qualche cambiamento significativo. Vi suggeriamo per ridurre l’insonnia di provare ad andare a letto ogni sera alla stessa ora e di svegliarvi ogni giorno alla stessa ora, fare attività fisica quotidiana (anche una lunga passeggiata è sufficiente), non consumare pasti troppo tardi la sera, utilizza luci soffuse per la vostra camera da letto così che possano indurvi in una condizione di maggiore relax.

3.      Impara a rilassarti: magari aiutandoti con un bagno caldo prima di andare a dormire o praticando yoga o corsi di rilassamento. Lo stress e l’ansia incidono molto sulla qualità del sonno. Anche concentrarti su qualcosa di piacevole può essere d’aiuto per rilassarti poiché allontana le preoccupazioni della vita quotidiana.

4.      Assumi la melatonina, una sostanza naturale che produce il nostro corpo e che serve a regolarizzare il ciclo sonno-veglia ma che tende a diminuire quando si dorme poco

Di suggerimenti c’è ne sono diversi ma intanto prova ad iniziare con questi, e se ti accorgi che il tuo problema non è ancora risolto, allora contattaci per avere il supporto psicologico di cui necessiti! Ci trovi a Reggio Calabria e a Castrovillari!

Il Team di PuntoPsi